dscf2290

Francesco d’Assisi (1181-1226) è apparso sulla scena del mondo come un astro luminoso, che da 8 secoli ancora brilla e riluce con la forza e la bellezza del suo messaggio d’amore e di pace. Dante Alighieri non esita a paragonarlo ad un sole: nacque al mondo un sole (Par. XI, 60). La sua forma di vita cristiana radicalmente evangelica ha affascinato lungo i secoli migliaia di uomini e di donne, diffondendosi in ogni parte del globo terrestre. Anche la città di Lonigo può vantare un antico insediamento francescano, che nonostante un periodo di silenzio (XIV sec.) e uno di assenza (1810-1891), tutt’ora è vivo e fecondo. San Francesco attraversò il Veneto intorno al 1220, al suo rientro dalla Terra Santa, passando per Venezia, Padova,Vicenza e Verona. Proprio nel veronese, a Cologna Veneta, avrebbe fondato una presenza francescana. Il primo documento che ci parla dell’edificazione e di una chiesa per i Frati Minori a Lonigo porta la data del 16 settembre 1243. Si tratta del testamento di un certo Bonvisino di Sarego, il quale vendette le sue proprietà di Bagnolo per comprare un terreno presso Lonigo per accogliere i francescani. Un decennio dopo un altro testamento di un certo Zilio Teco di Marostica beneficia ulteriormente i Frati Minori di Lonigo. Questo primo insediamento francescano durò circa 30 anni, dopodiché non si hanno più notizie dei frati. Agli inizi del ‘400 troviamo alcune testimonianze (notarili, epigrafiche, documenti pontifici) che convergono nel parlare di una rinascita della chiesa e del convento. Il 1 febbraio 1447 una Bolla del papa Nicolò V consente la costruzione di una chiesa e di un convento per accogliere i Frati Minori Osservanti. Il movimento dell’Osservanza francescana si contraddistingue come una riforma impegnativa, che si proponeva di ritornare ad “osservare” integralmente la Regola proposta da San Francesco. Animatori di questa importante riforma francescana furono: San Bernardino da Siena, San Giacomo della Marca, San Giovanni da Capistrano e il beato Alberto da Sarteano. Alcune di queste figure hanno soggiornato a San Daniele. Il 22 ottobre del 1480 la chiesa venne solennemente consacrata dal Vescovo di Cattaro, Pietro de’ Brutti, conservando il titolo di San Daniele di Padova, martirizzato nel 168 dC. Per 3 secoli i Frati Minori rimasero a Lonigo nel contesto di un piccolo convento (10-15 religiosi) impegnati nella vita contemplativa, nel lavoro, nella predicazione e nella carità. Dopo la fine della Serenissima Repubblica di Venezia, gli Austriaci nel 1805 aprirono presso il convento una scuola per i fanciulli della zona. Il 10 maggio del 1810 il Governo napoleonico decretava nel Lombardo Veneto la soppressione di tutti i conventi e la confisca dei loro beni. Il convento venne abbandonato, la chiesa fu spogliata degli altari e delle sacre suppellettili. Il complesso artistico ed edilizio cadde in rovina e fu trasformato in deposito agricolo e centro abitativo. Il convento fu quasi demolito. Grazie all’interessamento di don Domenico Toffanin di Lonigo, tra il 1891 e il 1892, furono iniziati i lavori per il restauro della chiesa e del convento, permettendo così il ritorno dei Frati Minori. Nel 1916 venne insediato il Collegio Serafico, per accogliere i seminaristi (popolarmente chiamati “fratini”). Il Collegio, uno dei più rinomati seminari dell’Ordine, venne ampliato nel 1925 e nel 1956. Nel 2007 si è conclusa l’esperienza del seminario minore. Oggi il grande complesso francescano è divenuto casa di accoglienza per gruppi e movimenti e sede di scuole. Il 27 novembre 2016 è stata inaugurata in una parte dello stabile la casa di accoglienza “P. Adriano Osmolowski, per famiglie in disagio abitativo. Nonostante i tempi difficili, nonostante i grandi mutamenti nella Chiesa e nell’Ordine Francescano, la chiesa e il convento di San Daniele continuano ad essere in questo territorio un segno luminoso, umile e semplice, di preghiera, di carità, di accoglienza, di dialogo e di fraternità.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca